Diligentemente in questa nuova versione avevamo creato da subito la pagina 404 ma abbiamo commesso un grave errore e perciò non si vedeva. Pochi giorni dopo aver pubblicato il sito v.21 siamo andati a monitorare gli url che non venivano trovati, grazie allo strumento di RankMath (plugin per la SEO) 404 monitoring. Abbiamo cliccato su alcuni dei link per verificare la visualizzazione della pagina 404 e ci siamo accorti che non veniva mostrata. Abbiamo controllato il permalink della pagina e, in effetti, era 404-2, quando si vede un “-2” alla fine di un permalink significa che l’url desiderato è già stato occupato da un’altra pagina e di conseguenza WordPress aggiunge i suffissi “-2”, “-3”, etc. Una volta notato questo abbiamo fatto un po’ di ricerche su Google e abbiamo trovato il motivo. Avevamo creato una pagina normale e modificata con Elementor invece di usare la funzione dedicata di Elementor per creare le pagine 404. La funzione dedicata di Elementor evidentemente va a sovrascrivere la pagina di default 404 che è già prevista da WordPress mentre creando una pagina normale chi gli dice che quella dovrà avere la funzione di 404? L’errore, come al solito, era semplice… finché non lo abbiamo risolto.

Ps abbiamo capito come risolvere vedendo uno dei passaggi finali del video qui sotto (ecco perché avere un canale YouTube fatto bene ti rende vincente, leggi il nostro articolo >