Le aziende devono tenere alla propria immagine come i genitori tengono ai figli. Potevamo esser da meno noi che lo facciamo di lavoro? L’immagine coordinata di un’azienda riflette i propri valori e l’attenzione ai dettagli ne dimostra la passione.

Ci vuole poco a fare un marchio!

Ci vuole tanto per essere capaci a farlo.
Ci vuole tanto per pensarlo.
Ci vuole tanto renderlo unico.
Ci vuole tanto per renderlo indimenticabile.

Il concetto di base è che volevamo unire le iniziali dei 2 soci fondatori (per il significato che ha il nome 2dispari) e riuscire a fargli formare un “2”. Inoltre ci piaceva l’idea che il “2” in questione fosse controverso, creativo o in poche parola NON standard.

Inoltre volevamo utilizzare possibilmente forme geometriche base come:  cerchio, quadrato o triangolo.

Unendo la “C” e la “A” abbiamo visto che prendeva forma qualcosa ma dovevamo togliere tutto ciò che creava squilibrio.

A questo punto cominciavamo a intravedere la forma di un “2”, grazie all’immaginazione che i creativi hanno.

Un altro piccolo dettaglio da tagliare e ci saremmo stati quasi.

Finalmente prende forma il concetto che avevamo pensato inizialmente. Sono ben visibili la “C” e la “A” ma anche un po’ meno il “2” che però è il più importante.

A questo punto Alessia (uno dei due soci) ha quello che potrebbe definirsi un colpo di genio ma che può sembrare anche una banalità: ruotare in senso orario il tutto, et voilà! Finalmente si vede il 2. Il fatto che il “2” è specchiato invece di essere al verso normale ha completato una delle richieste del brief iniziale e quindi ci siamo subito innamorati del risultato.

Colori

Fondamentali per un’azienda che fa comunicazione.

HTML: #E0B400

RGB: 224, 180, 0

PANTONE: 110 C

CMYK: 0, 20, 100, 12

HTML: #FFCD00

RGB: 255, 205, 0

PANTONE: 116 C

CMYK: 0, 14, 100, 0

HTML: #FFD633

RGB: 255, 214, 51

PANTONE: 123 C

CMYK: 0, 16, 80, 0

HTML: #0A0B0B

RGB: 10, 11, 11

PANTONE: 419 C

CMYK: 9, 0, 0, 96

HTML: #1D2021

RGB: 29, 32, 33

PANTONE: 426 C

CMYK: 12, 3, 0, 87

HTML: #303536

RGB: 48, 53, 54

PANTONE: 423 C

CMYK: 11, 2, 0, 79

Logo e Marchio: tutte le versioni

Il logo e il marchio di un’azienda servono in tantissime situazioni differenti, per questo vengono sviluppati in varie alternative, ognuna delle quali si adatta bene ad uno specifico contesto.

marchio monocromatico A

marchio monocromatico B

marchio colore A

marchio colore B

marchio proporzioni e spazi

marchio monocromatico A

marchio monocromatico B

marchio colore A

marchio colore B

logo monocromatico A

logo monocromatico B

logo colore A

logo colore B

logo proporzioni e spazi

logo monocromatico A

logo monocromatico B

logo colore A

logo colore B

totale monocromatico V A

totale monocromatico V B

totale colore V A

totale colore V B

totale V proporzioni e spazi

totale monocromatico V A

totale monocromatico V B

totale colore V A

totale colore V B

totale monocromatico O A

totale monocromatico O B

totale colore O A

totale colore O B

totale O proporzioni e spazi

totale monocromatico O A

totale monocromatico O B

totale colore O A

totale colore O B

dimensioni minime

monitor: 42 px largh.
stampa: 1 cm largh.

monitor: 84 px largh.
stampa: 3 cm largh.

monitor: 63 px largh.
stampa: 2,5 cm largh.

monitor: 147 px largh.
stampa: 4 cm largh.

Contrasti e scala di grigi

Nello schema qui sotto è indicato quando utilizzare la versione in “positivo” e quando quella in “negativo” a seconda della luminosità dello sfondo. Quando si entra nella zona del 50% bisogna valutare caso per caso.

assolutamente vietato

cambiare colore

ruotare

distorcere

schiacciare

aggiungere bordi

aggiungere ombre

applicare sfumature

sfocare

distanza da altri loghi o marchi

Quando il nostro marchio o il nostro logo devono essere posizionati insieme ad altri, per es. nel caso di sponsorizzazione di eventi, è fondamentale mantenere le distanze come indicato qui sotto.

Tono: come parla 2dispari

Da qui in poi prendiamo alcune delle nostre frasi o motti da esempio per far capire qual’ è il nostro “tone of voice”.

payoff

per distinguersi

Il nostro payoff, cioè il nostro slogan o motto che dir si voglia, racchiude sia la nostra visione che quello che offriamo ai nostri clienti.

In un mondo dove il confronto con gli altri è costante, vuoi per la globalizzazione o vuoi per l’avvento dei social, le persone come le aziende cercano ardentemente un modo per emergere e distinguersi.

Sia che si tratti di un privato che si rivolge a noi per stampare una maglietta regalo sia che si tratti di un’azienda che ci sceglie per realizzare le sue pubblicità la necessità è sempre la stessa: distinguersi.

Il nostro slogan si sposa anche perfettamente con uno dei concetti dietro al nostro nome “2dispari”, cioè un “2” che non è omologato… che non è pari come tutti gli altri bensì dispari.

packaging

vogliamo starvi sulle scatole

Questa frase va usata per promuovere i nostri servizi di packaging (confezioni, scatole, buste, etc.) personalizzati.

jolly

idee a tutti i costi

Frase jolly da utilizzare in tutte le occasioni in cui non abbiamo una frase dedicata.

vetrina

cercasi clienti anche prima esperienza

per strappare un sorriso a chi passa davanti la nostra vetrina.

promo

Le nostre idee non sono mai scontate, i nostri prezzi qualche volta si

Frase da associare a promozioni o sconti sui nostri servizi creativi.

stampa

amore a prima rivista

Per promuovere i nostri sevizi di progettazione editoriale.

local

creativi a KM 0

Per pubblicizzare il concetto del nostro punto vendita aperto al pubblico che offre servizi creativi vicino, localmente.

stampa

ai poster l’ardua sentenza

Per promuovere i nostri sevizi di stampa grande formati.

ricamo

se lo ami lo ricami

Per promuovere i nostri sevizi di ricamo computerizzato.

formazione

se non stai cercando solo un altro pezzo di carta

Accompagnato da un’immagine di un rotolo di carta igienica. Per promuovere i corsi o workshop.

negozio

Entra! Non mordiamo (tranne dalle 13 alle 14)

Il nostro modo scherzoso per scrivere quando siamo chiusi al pubblico.

presentazioni

per realizzare questa presentazione non è stato maltrattato nessun colore

Usata come frase conclusiva di una presentazione a slide o video, per strappare un sorriso.

Immagini: tutto quello che c'è da sapere

Non è facile entrare nella testa di un’azienda per rappresentare la sua immagine, qui sotto cerchiamo di spiegare il più possibile cosa rappresenta visivamente 2dispari.

tipo di immagini e aree testi

Le nostre immagini hanno sempre un denominatore comune: la freschezza. Abbiamo 2 categorie principali, le immagini di tipo fotografico, che occupano tutto lo spazio, e quelle di tipo “mockup” cioè anteprime di prodotti scontornate su sfondo tinta unita.

In entrambi i casi l’area dedicata ai testi deve essere sempre in alto e non meno del 30% dell’altezza del contenitore.

IMPORTANTE: mai sovrapporre l’area dei testi ad elementi importanti del soggetto. Per es. gli occhi delle persone non possono essere posizionati sotto i testi perché sono elementi di empatia, al massimo si può andare leggermente sopra la fronte.

Proporzioni 4/5, di tipo fotografico a tutto sfondo.

Proporzioni 1/1, di tipo fotografico a tutto sfondo.

Proporzioni 5/4, di tipo mockup scontornato su tutti i lati.

Proporzioni 5/4, di tipo mockup scontornato su tutti i lati con taglio del soggetto sotto.

Proporzioni 5/4, di tipo mockup scontornato con taglio del soggetto su entrambi i lati.

Proporzioni 5/4, di tipo mockup scontornato su tutti i lati con taglio del soggetto a lato.

proporzioni: 4/5

Il formato 4/5 è uno dei nostri preferiti perché versatile, dinamico e perfetto per il suo riadattamento desktop/mobile. Su Desktop è utilizzabile anche per immagini che superano l’altezza del monitor quando si vuole dare risalto ad immagini particolarmente creative. Ottimo anche in sequenza perché non risulta monotono.

2dispari-guida-identita-proporzioni-immagini-01

proporzioni: 1/1

Il formato quadrato (1/1) è largamente usato sul web per la sua facilità di utilizzo, vedi Instagram. Noi lo usiamo sia per le immagini di tipo fotografico che per quelle di tipo mockup se il soggetto originale parte da questa proporzione. A volte può risultare noioso quindi va usato con cautela.

2dispari-guida-identita-proporzioni-immagini-04

proporzioni: 5/4

Questo formato è orizzontale anche se sembra quasi un quadrato. Si presta benissimo a lasciar spazio a contenuti testuali su mobile e su desktop risulta molto versatile. Perfetto in ripetizione per categorie di oggetti con ingombro maggiormente orizzontale.

2dispari-guida-identita-proporzioni-immagini-07

proporzioni: 16/9

Lo evitiamo per 2 motivi principali:
1. su mobile risulta striminzito e praticamente non leggibile;
2. anche se su desktop ottiene un ottimo risultato una volta posizionato a piena larghezza e altezza necessita di una doppia immagine (quindi una aggiuntiva per mobile) perché quasi mai il soggetto nell’immagine può essere tagliato verticalmente riadattandosi in automatico.
Inoltre nella ripetizione appare troppo “vecchia scuola”/ primi anni del web. 

2dispari-guida-identita-proporzioni-immagini-10

proporzioni: 9/16

Questa proporzione ci piace perché su mobile occupa l’intero schermo e quindi offre un alto impatto visivo e su desktop può essere sfruttata per immagini molto definite che possono essere fruite scorrendo lo schermo. La riteniamo difficile, però, da usare per 2 motivi:
1. sono necessari soggetti che si prestano a questa proporzione (es. persone intere in piedi) e che spesso sono difficili da reperire in foto;
2. non si presta alla sovrapposizione di testi, proprio perché verrebbe meno l’effetto visivo ad alto impatto, ma spesso la presenza di testi sovrapposti è necessaria a spiegare cosa offriamo all’utente medio.

2dispari-guida-identita-proporzioni-immagini-13

Copertine

Un design per domarli tutti. La parola chiave è: coerenza. Abbiamo deciso di rappresentare la nostra immagine in un solo, semplice, modo, eccolo! Per i post, per le thumbnails, per le cover, tutto unificato.

Spazi e distanze. Il nostro logo di un colore differenti ogni volta (vendiamo immagine d’altronde) e, se serve, una parola chiave colorata per metterla in risalto. Il titolo può superare il 60% della larghezza totale solo se l’immagine lo consente, vedi esempi. La lunghezza ideale per il titolo è 2 righe mentre per il sottotitolo è 1 riga, vedi eccezioni sotto.

dettagli font

TITOLO

FONT: Montserrat Black
DIMENSIONE: 126 PT
SPAZIATURA: -17%
LARGHEZZA LETTERE: 93%
INTERLINEA: 126 PT

SOTTOTITOLO

FONT: Montserrat Bold
DIMENSIONE: 42 PT
SPAZIATURA: 25%
LARGHEZZA LETTERE: 93%
INTERLINEA: 63 PT

Esempio fotografico, logo e parola chiave colorati.

I colori del logo e della parola chiave vanno scelti con cura, sono l’unico fattore con cui distinguiamo le nostre immagini.

Andare a capo dove solo dove serve, altrimenti attenersi a 2 righe.

Laddove l’immagine non offre abbastanza contrasto si può aggiungere un velo trasparente, nero o bianco, per aumentare la leggibilità del testo come in questo esempio.

Le immagini tono su tono vengono associate molto al design e sono facili da realizzare, spesso risolvono i problemi di leggibilità della versione fotografica.

I soggetti devono sempre essere molto in risalto, prendere più spazio possibile del 40% a disposizione. Se necessario si può far sbordare.

Le immagini semi-reali o astratte sono ancora più preferibili perché rappresentano ancor meglio il design già dal primo impatto visivo.